Hell in the Cave: spettacoli infernali

Dalla tradizione all’innovazione, Castellana Grotte conferma il suo ruolo come una delle capitali del turismo pugliese. A trainare la bella cittadinanza murgiana, come sempre c’è la magnificienza delle grotte di Castellana.

Si passa dalle cavità al bosco da esplorare appesi agli alberi nel parco Indiana Jones, che è in procinto di allargarsi.

Spunta la musica, con l’unico b&b con sala di registrazione per le band: si proprio come i Beatles e gli Red Hot Chili Peppers, ma a Castellana Grotte lo scenario è quello magico dei trulli.

Il fascino assoluto delle tenebre, da sperimentare all’interno delle cavità immense di Castellana: le Speleo Nights, percorsi turistici al buio con la guida degli speleologi, praticabili nei weekend da marzo fino ad agosto.

Strepitoso è stato anche il successo di Hell in the Cave, il più grande spettacolo di Puglia che ci conduce alle visioni infernali della Divina Commedia, e che nel biennio 2011-2012 ha attirato ben 30.000 spettatori.

 

Divertimenti per i più piccoli

 

Sempre a Castellana, si trova il bellissimo parco Indiana Jones, che accoglie visitatori di ogni età. Ci sono percorsi per bambini e percorsi verdi, il tutto in sicurezza completa con la linea di vista continua. Che significa? Permette di compiere tutto il percorso senza aprire e manovrare i moschettoni, ma rimanendo agganciato al cavo dall’inizio alla fine. Tutta l’attrezzatura viene data in loco.

Ancora Made in Castellana il Bed & Rec, ovvero un Bed & Breakfast nei trulli con sala di registrazione, frutto di una idea dei fratelli castellanesi Francesco e Giuseppe Saponari di Officina Musicale (hanno inciso il primo disco di Checco Zalone), che assieme a Giordano Sangiorgi (presidente del MEI-Audiocoop) hanno presentato alla Bit di Milano questa formula che coniuga vacanza e produzione musicale.

Le Grotte di Castellana restano dunque il punto di riferimento del turismo del Mezzogiorno!

Lascia un Commento